Rifiuti!!!!!

Il rappresentante dell’associazione temporanea d’imprese Giancarlo Alongi  ha annunciato che dal 16 marzo in poi non continuerà il servizio nei comuni che si sono rifiutati di accettare la proroga e comunque il piano previsto dal liquidatore Teresa Restivo.

La raccolta verrà quindi assicurata solo nel capoluogo, a Favara e Raffadali e Castrofilippo.

Alongi ha spiegato che la continuazione non viene assicurata perché i sindaci affermano che “non pagheranno la eventuale proroga” per cui le imprese non intendono svolgere il servizio nei prossimi mesi senza la certezza della copertura finanziaria.

Precedente Fondi FAS a rischio Successivo il 12 giugno, gli italiani saranno chiamati a votare il referendum abrogativo sul piano del governo per il ritorno al nucleare.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.