Realmonte: Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2016.

Consigliere comunale Dott. Antonino Sciarrone.

10407596_10204401925399940_1833492731706638070_n

dott. Antonino Sciarrone.

Adozione del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2016, ad oggi, nessuna proposta di deliberazione è stata presentata.
Con rammarico bisogna ammettere e prendere atto che oramai il Consiglio Comunale di Realmonte è ridotto ad una sorta di organo “ratificatore”.
La mancata presentazione, a oggi del “ bilancio di previsione” all’Assise cittadina, certifica la circostanza che per quest’Amministrazione il consiglio comunale, rappresentativo del popolo, conta quanto il due di mazze quando la briscola è a coppe.
Il Bilancio di previsione altro non è, che la trasmissione in termini contabili dell’indirizzo e del programma politico del Comune.
Sino ad oggi, la mancata analisi del bilancio di previsione, non ci consente di verificare in che modo l’amministrazione interviene rispetto agli obiettivi prefissati nel programma politico.

Senza programmazione e bilancio previsionale, resta una gestione ordinaria affidata ad un’amministrazione che nega ogni confronto con il Consiglio.
Per tanto, alla luce delle oggettive considerazioni. Invito:
a) L’amministrazione a predisporre con urgenza il bilancio di previsione ove possa scaturire un dibattito idoneo a stabilire un confronto di carattere generale sulle prospettive e scelte politiche, consentendo ai consiglieri comunali di esercitare, la funzione di controllo politico, considerato che l’approvazione del bilancio da parte del Consiglio Comunale costituisce un’autorizzazione data dai rappresentanti dei cittadini al Governo;
b.)La funzione di controllo finanziario, considerato che mediante tale documento si controlla che il denaro pubblico sia effettivamente speso per le attività previste e nell’ambito degli stanziamenti autorizzati dal bilancio; Inconcepibile quindi, appare, discutere il bilancio di previsione il 28 dicembre così come è stato fatto nel 2015.