Illuminazione a Realmonte

In queste ultime 24 ore abbiamo assistitio ad un cambiamento radicale, e non è poco, della gestione dell’illuminazione pubblica a Realmonte.

La ditta Antona, dopo le nostre segnalazioni, in meno di 24 ore a provveduto con solerzia alla  messa in funzione delle lampade spente in via Aldo Moro e via della Miniera, sembra quasi Natale.

Il titolare della ditta, dopo un incontro con il comitato, ha provveduto non solo alla manutenzione ordinaria “la sostituzione delle lampadine” ma anche alla manutenzione straordinaria inserendo la dove mancavano le plafoniere dei corpi illuminanti.

Inoltre, lo stesso titolare della ditta Sign. Antona si è impegnato con il comitato a rimettere il palo abbattuto  in via Aldo Moro, che manca da due anni, entro questa settimana; ed entro fine mese ha promesso di ripristinare la funzionalità dei pali dismessi, da oltre quattro anni, in via della Miniera a confine col territorio di Porto Empedocle.

Questo, non può che far ben sperare per l’immagine stessa della ditta Antona, sulla serietà, professionalità  e impegno nella gestione dell’impianto d’illuminazione pubblica.

Il sig. Antona, inoltre, ci ha comunicato che in questi giorni metterà a disposizione della cittadinanza di Realmonte un numero telefonico  al quale si potrà fare riferimento per segnalare guasti all’impianto d’illuminazione pubblica, l’intento della ditta, ha dichiarato il titolare,  è quello di potere essere più celeri negli interventi, evitando all’utenza le lungaggini di dovere chiamare il Comune per segnalare il guasto e questo poi passare la segnalazione alla ditta, ciò comporterà un notevole risparmio di tempo e un migliore e tempestivo servizio di ripristino.

Pur facendo i nostri migliori auguri di buon lavoro alla ditta Antona, per gli impegni presi che siamo sicuri rispetterà, il comitato e il sottoscritto saranno sempre vigili e attenti  pronti a  segnalare qualunque tipo di disfunzione e a denunciarlo alla opininione pubblica.

Antonino Sciarrone  

Precedente Italkali Inquinamento e Territorio Successivo Servizio civile...2000 posti disponibili in Sicilia.

Lascia un commento

*