Consiglio comunale Realmonte.

Con questo messaggio, diretto alla cittadinanza di Realmonte, ai consiglieri e alla giunta, il presidente del consiglio Dr. Antonino Sciarrone apriva il consiglio comunale di Realmonte del 09/12/2010.

Martedì scorso, ho avuto il piacere di incontrare Sua Eccellenza l’Arcivescovo di Agrigento Padre Francesco presso la curia arcivescovile, il colloquio è durato circa un’ora.

“Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto”.

Le sue sono state parole di affetto e di conforto per la comunità Realmontina, ma nel contempo ho compreso che il suo cuore era amareggiato, perché qualcuno aveva travisato i suoi intendimenti:

“Mai parlato di punizioni, Il nostro è il Dio dell’amore e del perdono”.

Il suo Messaggio di Pastore della nostra comunità e alla nostra comunità, è un messaggio di speranza e congiuntamente concreto:

Se la vostra giustizia non supererà quella di scribi e farisei non entrerete nel Regno dei cieli”; …..le difficoltà che siamo chiamati a superare;…. La parrocchia esprime la presenza capillare della Chiesa, la prossimità alla gente, la capacità di entrare nel tessuto vivo di un territorio……; Da qui il bisogno di aprirci alle cose nuove di questo tempo, alle situazioni mutevoli, alle condizioni diverse che si vanno, di giorno in giorno, configurando”.

Il ritardo nel mandare un Parroco stabile a Realmonte nasce semplicemente dalla difficoltà oggettiva della Curia Vescovile di potere disporre di un Sacerdote, considerati gli avvicendamenti fatti qualche mese fa e la contestuale mancanza di Vocazioni Sacerdotali.

“Spostare un Sacerdote adesso, significherebbe toglierlo da un’altra Comunità Parrocchiale, facendo così ripresentare lo stesso problema da un’altra parte”.

Ma Padre Francesco non si è dimenticato della nostra Comunità di Realmonte, al contrario, ha mandato il suo Vicario e altri due Sacerdoti a celebrare la Santa Messa e la Novena, e rassicura la Comunità Parrocchiale che “a presto la soluzione definitiva nei limiti dei tempi e modi consentiti”. 

Ringrazio Sua Eccellenza per il tempo dedicatomi, personalmente e a nome  di tutta la cittadinanza di Realmonte che rappresento.

E non sarà certo un caso né da stupirsi, cari concittadini realmontini, se qualche giorno, passeggiando per la Piazza, vi accorgerete nel silenzio, della presenza di Sua Eccellenza accanto a voi, poiché Egli ci è molto più vicino di quello che possiamo pensare.

Alla conclusione del messaggio, il capo gruppo di minoranza e di maggioranza arch. Mariella Frumusa e Calogero Giardina hanno espresso parole di ringraziamento nei confronti di Sua Eccellenza per il suo affetto e l’attenzione tangibile dimostrata nei confronti della comunità Realmontina, parole di apprezzamento da parte dei capigruppo sono state espresse  nei confronti del presidente Dr. Antonino Sciarrone per il modo pacato e rispettoso nell’affrontare tale delicata tematica.

Quindi, si è passati alla trattazione dei punti all’ordine del giorno:

1)      Modifica dello statuto comunale, con l’introduzione della figura del vice segretario comunale, approvato a maggioranza assoluta in terza votazione dai consiglieri di maggioranza e il voto contrario del gruppo dei consiglieri d minoranza;

2)      P.e.a.r.s. ( Piano Energetico Ambientale Regione Sicilia). 

3)      Piano triennale delle opere pubbliche (2010/2012).

Entrambi gli ultimi due punti sono stati approvati all’unanimità dal consiglio comunale, con la presenza fino all’ultimo dei consiglieri di minoranza che hanno mantenuto il numero legale del consiglio.

Precedente Santa Barbara, Santa messa nella miniera di Realmonte. Successivo Realmonte, Scala dei Turchi

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.